Assemblea 2018: il discorso del Presidente Schiavo

Carissimi Colleghi,è passato un anno da quando l’Assemblea CONPAVIPER riunita all’interno del nostro primo FORUM, decise di affidarmi il delicato compito di presiedere l’Associazione.È giunto quindi i

Cerca il socio specializzato nella tua zona

Carissimi Colleghi,

è passato un anno da quando l’Assemblea CONPAVIPER riunita all’interno del nostro primo FORUM, decise di affidarmi il delicato compito di presiedere l’Associazione.

È giunto quindi il momento per condividere con voi il primo bilancio di quanto sia stato fatto in Associazione e, discuterne la sua qualità.

Prima di entrare nello specifico delle attività svolte o in corso di svolgimento volevo condividere con voi alcune considerazioni di carattere personale sullo spirito con cui deve porsi il Presidente nel suo ruolo di guida dell’Associazione e, su come renderlo concreto nel tempo.

Una domanda che mi sono posto fin dal momento in cui mi è stato prospettato di candidarmi ad assumere il ruolo di Presidente, una domanda che continuo che continuo sempre a mantenere viva nella mia mente per verificare la coerenza con gli impegni che presi.

Allora mi dissi, e continuo a ripetermi, il ruolo del presidente deve essere quello del primo associato, dell’esempio su cui l’Associazione deve fare riferimento. Una riflessione difficile, di non facile risposta. E in questi casi mi viene sempre in aiuto una favola di Gianni Rodari, che fin da piccolo mi faceva riflettere e che parla di una viola.

.... segue in allegato